CECILIA RAVERA ONETO  
 pittore
Camogli 3 gennaio 1918 - Genova 27 ottobre 2002 
Uno dei più importanti pittori del Ventesimo Secolo in Liguria
La mostra per il centenario dalla nascita dell'artista 
CONFINI LIQUIDI 
MU.MA. Museo del Mare Genova 
dal 28 giugno al 2 settembre 2018 
RASSEGNA STAMPA 
 
edizione on line del 28 giugno 2018 
 
Genova — Oltre 50 anni di percorso artistico della pittrice Cecilia Ravera Oneto, al MUMA — Museo del Mare in occasione del centenario della nascita. 
La Galleria delle Esposizioni del museo ospiterà, sino al 2 settembre, una raccolta di 40 opere dell’artista nata a Camogli. L’occasione per una esposizione antologica che ripercorre i temi, gli sviluppi, le passioni di un lungo percorso creativo, sempre in dialogo con il paesaggio della Liguria, con i fatti della storia e le emozioni dei profondi cambiamenti del secondo Novecento. 
Una selezione dei dipinti, delle incisioni e dei disegni, provenienti da musei, istituzione pubbliche e collezioni private, raccolti per ricostruire, attraverso una produzione pittorica e grafica, la poliedrica produzione di Cecilia Ravera Oneto che, negli anni 60, fu tra le poche donne pittrici accreditate presso il circuito artistico ligure e genovese in particolare. 
Il tema conduttore scelto, quello del mare, ha reso particolarmente efficace l’inserimento all’interno del Muma che, a fianco delle esposizioni permanenti, ospita piccole e grandi mostre di artisti liguri. 
Cecilia Ravera Oneto si accosta ai soggetti delle sue opere con straordinaria forza e ritrae sulle sue tele dalle figure degli esordi - oggi custodite nella Galleria d’Arte Moderna di Nervi e in prestito per la mostra — ai grandi insediamenti industriali e produttivi come gli stabilimenti Ansaldo o le grandi gru del Porto. Una versatilità che l’hanno fatta apprezzare in diversi ambienti, da quelli più “artistici” a quelli economico-imprenditoriali. 
Attraverso il disegno e il colore, sviluppati in modo autonomo e parallelo nei bozzetti grafici e nei dipinti su tela, Cecilia Ravera Oneto ottiene due distinti mezzi espressivi. Il disegno, spesso realizzato en plein air, direttamente in contatto con l'ambiente, traduce in modo incalzante, rapido ed efficacissimo le sensazioni, le impressioni dell'artista. 
Grazie anche alla possibilità di riconoscere direttamente alcuni dei luoghi raffigurati dall'artista, il pubblico verrà invitato a immedesimarsi nel percorso creativo della pittrice, condividendo la sua passione per la bellezza struggente e intensa dell'ambiente ligure e anche la precoce, quasi profetica denuncia di un suo "tradimento" attraverso presenze industriali sproporzionate. 
 
(ANSA) - GENOVA, 28 GIU - A cento anni dalla nascita della pittrice Cecilia Ravera Oneto (Camogli 1918-Genova 2002), una antologica la ricorda al Galata Museo del Mare. Le opere esposte tratteggiano i temi, gli sviluppi, le passioni di un lungo percorso creativo, sempre in dialogo con il paesaggio della Liguria, con i fatti della storia e le emozioni dei profondi cambiamenti del secondo Novecento. Sono 40 i dipinti che resteranno visibili fino al 2 settembre. La mostra, inaugurata oggi, ha opere provenienti da musei, istituzione e collezioni private. Il disegno e il colore, sviluppati nei dipinti su tela, sono per Ravera Oneto due distinti mezzi espressivi. Il disegno, spesso realizzato en plein air, traduce in modo rapido le sensazioni, le impressioni dell'artista. La pittura, affrontata sempre con un'inconfondibile carica drammatica, è una fase successiva di elaborazione. Una fase di forte partecipazione è quella in cui compaiono edifici industriali inseriti nel contesto ambientale. 
 
 
(ANSA) - GENOVA, 28 GIU - A cento anni dalla nascita della pittrice Cecilia Ravera Oneto (Camogli 1918-Genova 2002), una antologica la ricorda al Galata Museo del Mare. Le opere esposte tratteggiano i temi, gli sviluppi, le passioni di un lungo percorso creativo, sempre in dialogo con il paesaggio della Liguria, con i fatti della storia e le emozioni dei profondi cambiamenti del secondo Novecento. Sono 40 i dipinti che resteranno visibili fino al 2 settembre. La mostra, inaugurata oggi, ha opere provenienti da musei, istituzione e collezioni private. Il disegno e il colore, sviluppati nei dipinti su tela, sono per Ravera Oneto due distinti mezzi espressivi. Il disegno, spesso realizzato en plein air, traduce in modo rapido le sensazioni, le impressioni dell'artista. La pittura, affrontata sempre con un'inconfondibile carica drammatica, è una fase successiva di elaborazione. Una fase di forte partecipazione è quella in cui compaiono edifici industriali inseriti nel contesto ambientale. 
 
 
Confini liquidi: mostra su Cecilia Ravera Oneto al Galata - Galata Museo del Mare - Genova 
20/06/2018 
Da giovedì 28 giugno a domenica 2 settembre 2018 
 
Tutti gli eventi di Mostre a GenovaEventi, spettacoli, concerti, mostre, sagre a Genova Galata Museo del Mare 
 
Genova - Giovedì 28 giugno alle ore 17.30 presso la Galleria delle Esposizioni del Galata Museo del Mare di Genova si terrà l’inaugurazione della mostra Confini liquidi di Cecilia Ravera Oneto. Interverranno Nicoletta Viziano, presidente del Mu.MA, Marina Ravera Gennari, promotrice della mostra, Colette Dufour Bozzo, curatrice della mostra e Stefano Zuffi, curatore della mostra. La mostra sarà visitabile fino a domenica 2 settembre 2018. Si compie un secolo dalla nascita della pittrice ligure Cecilia Ravera Oneto (Camogli 1918 - Genova 2002): è l'occasione per una esposizione antologica che ripercorra i temi, gli sviluppi, le passioni di un lungo percorso creativo, sempre in dialogo con il paesaggio della Liguria, con i fatti della storia e le emozioni dei profondi cambiamenti del secondo Novecento. 
 
Genova - 40 dipinti e di disegni, provenienti da musei, istituzioni pubbliche e collezioni private. Attraverso una produzione pittorica e grafica che si distende su diversi decenni e affronta tecniche diverse, è stato individuato come filo conduttore - anche se certamente non esclusivo- il tema del mare, in rapporto anche con il Museo che ospita l'iniziativa. Il disegno e il colore, sviluppati in modo autonomo e parallelo nei bozzetti grafici e nei dipinti su tela, sono per Cecilia Ravera Oneto due distinti mezzi espressivi. Il disegno, spesso realizzato en plein air, direttamente in contatto con l'ambiente, traduce in modo incalzante, rapido ed efficacissimo le sensazioni, le impressioni dell'artista. 
 
Genova - La pittura, affrontata sempre con una inconfondibile carica drammatica, è una fase successiva di elaborazione e di emozione. Il rapporto con la realtà è sempre presente (e ben riconoscibile, ad esempio nei ritratti o anche negli autoritratti),ma filtrato, messo in discussione e ricomposto, fino a risultati che giungono alle soglie dell'astrattismo, della libertà espressiva del colore. Tutte le info sulla mostra contattando il Museo Galata al numero 010 234 5655.